Lecce, può partire la festa: con la Paganese decide Armellino. È Serie B!

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Domenica, 29 Aprile 2018 17:46

Il Lecce vince e conquista con una giornata di anticipo la promozione aritmetica in Serie B. I giallorossi piegano per 1-0 la Paganese, decide il gol di Armellino e ora può partire la festa

Il Lecce torna in Serie B dopo 6 anni, con la Paganese decide Armellino Il Lecce torna in Serie B dopo 6 anni, con la Paganese decide Armellino Foto lapresse

Il tanto atteso giorno è arrivato. Il giorno giusto per scrivere la storia, il giorno per riconquistare la Serie B e abbandonare la Serie C. Il Lecce, spinto da oltre 23 mila cuori, ospita al “Via del Mare” la Paganese nella 37esima giornata di campionato. Liverani schiera i suoi col consueto 4-3-1-2 con Perucchini tra i pali, Lepore va a sorpresa in panchina e compongono la linea difensiva Ciancio, l'odierno capitano Cosenza, Marino e Legittimo; Armellino, Arrigoni e Mancosu in mezzo al campo, Costa Ferreira agisce alle spalle del tandem Di Piazza-Saraniti. I campani di De Sanzo rispondono con un coperto 3-5-2 con Cesaretti e Cernigoi in attacco. La prima occasione arriva già al secondo minuto, Costa Ferreira pennella al centro su calcio da fermo per la testa di Cosenza che incorna trovando l'ottima risposta dell'ex Gomis. La formazione ospite risponde all'11' con il destro da fuori di Cesaretti, sfera che finisce in corner dopo una deviazione. Il Lecce la sblocca al 17': calcio d'angolo dalla destra di Arrigoni, Armellino taglia sul primo palo e schiaccia firmando il vantaggio giallorosso. Palla al centro e i salentini tornano in avanti, scambio nello stretto Mancosu-Di Piazza con l'attaccante che va alla conclusione non trovando la porta. I campani non restano a guardare e si rendono pericolosi con una mischia risolta dal direttore di gara che fischia fallo in attacco per atterramento di Costa Ferreira. Al 36' Ciancio scappa via sulla fascia, manda in porta Saraniti che incrocia mandando di poco fuori. Azione comunque fermata per posizione irregolare del centravanti. Nel finale Acampora la combina grossa e per velocizzare la ripresa del gioco regala a Mancosu il pallone del 2-0, il centrocampista calcia frettolosamente e manca il bersaglio a porta praticamente sguarnita. Termina il primo tempo, squadre negli spogliatoi sull'1-0. 

Nella ripresa non c'è alcuna variazione, Armellino prova subito da fuori col mancino e Gomis blocca in due tempi. Poco dopo Costa Ferreira sfrutta un rimpallo favorevole, calcia a botta sicura e a opporsi è ancora Gomis in uscita. Liverani opta per la prima variazione in corso d'opera, dentro Tabanelli e fuori Costa Ferreira. Al 28' Arrigoni pennella al centro direttamente dalla bandierina, Marino stacca e trova il salvataggio di Bensaja sulla linea di porta. Successivamente è il momento di Di Piazza: prima viene mandato in porta e calcia addosso a Gomis, poi colpisce debolmente da pochi passi sprecando l'ottimo assist di Cosenza e al terzo tentativo la piazza perfettamente trovando ancora pronto il portiere italo-senegalese che respinge in volo plastico. Intanto, gli ospiti mettono i brividi con il neo entrato Cuppone che calcia e impegna Perucchini, al suo primo intervento. Al minuto 38 la Paganese resta in dieci per l'espulsione di Nacci che, già ammonito, commette un fallo ingenuo su Mancosu. Non c'è più tempo, il Lecce vince il campionato di Serie C e in tutto il Salento, finalmente e dopo sei lunghissimi anni, può partire la festa. L'urlo di gioia del “Via del Mare” risuona ancora. La formazione di Liverani, che celebra nel suo migliore dei modi il suo 42esimo compleanno, è in Serie B!

Lecce-Paganese 1-0
 
Marcatori: 17 pt Armellino
 
Lecce: Perucchini, Mancosu, Cosenza, Arrigoni, Costa Ferreira (21 st Tabanelli), Di Piazza (42 st Caturano), Marino, Ciancio, Armellino, Legittimo, Saraniti (46 st Lepore). A disp: Chironi, Di Matteo, Pacilli, Valeri, Megelaitis, Dubickas, Tsonev, Persano, Selasi. Allenatore: Liverani
 
Paganese: Gomis, Tazza (35 st Pavan), Della Corte, Bensaja, Nacci, Carini, Cernigoi (24 st Cuppone), Piana (24 st Dinielli), Bernardini (35 st Maiorano), Acampora (35 st Talamo), Cesaretti. A disp: Marone, Galli, Ngamba, Boggian. Allenatore: De Sanzo
 
Arbitro: Lorenzo Maggioni di Lecco
 
Ammoniti: 45 pt Carini, 12 st Cosenza, 16 st Tazza, 19 st Piana
 
Espulsi: Nacci per doppia ammonizione (9 pt e 38 st)
 
Classifica: Lecce 74, Trapani 68, Catania 67, Juve Stabia 54, Cosenza 51, Monopoli e Rende 50, Casertana 47, Matera e Sicula Leonzio 46, Virtus Francavilla 45, Siracusa 44, Bisceglie 42, Catanzaro 41, Reggina 40, Fidelis Andria 37, Paganese 32, Fondi 30, Akragas 6.

Luigi D'Ambrosio

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics