MASSAFRA-VIESTE 2-2 Gol e spettacolo allo stadio "Italia"

Scritto da  Colpoditaccoweb.it Lunedì, 17 Febbraio 2014 12:37

Succede tutto nel rocambolesco finale: il viestano Salerno, al 94', regala il pareggio ai suoi

Bomber Radicchio Bomber Radicchio foto Acquaro

E' 2-2 tra Massafra e Atletico Vieste allo stadio “Italia” di Massafra, partita bella e ricca di emozioni, decisa nei sussulti finale del match. Alla vigilia le squadra, dopo il netto 3-0 dell'andata per il Vieste, arrivano ben distanti in classifica, ben 15 di distanza tra le due compagini. Il Vieste ha bisogno di punti per rimanere con maggiore sicurezza, nella zona play-off, e vanta 43 punti, 38 gol fatti e 23 subiti, ma soprattutto può contare sul miglior realizzatore del campionato, Rocco Augelli. Il Massafra ha conquistato soli 9 punti dall'inizio del 2014, nonostante abbia dimostrato più volte di saper giocare un buon calcio al pari delle big. Il club giallorosso, privo di Beltrame e De Florio, è a quota 28 in classifica, lottando e cercando di rosicchiare punti per allontanare la zona calda.

Il primo tiro dell'incontro arriva dopo 6' minuti dal piede del fantasista massafrese, Turi, uno dei migliori insieme ad un insuperabile e instancabile Guerrero, di nome e di fatto, ma il suo tiro termina tra le braccia di Muscato. Ci provano i padroni di casa con Radicchio al 9', che si gira spalle alla porta, ben servito da Turi, ma Muscato para a terra. Si fa vedere allora il Vieste dalle parti di Valentino, con Colella, ma il suo tiro finisce nella braccia di un attento Valentino. Il Massafra avanza e alza il suo baricentro con Castro, che a tu per tu con l'estremo difensore avversario, si allunga il pallone favorendo la sua uscita. Al 15' è Grieco a tentare la conclusione in porta, ma la palle termina ampiamente alta. La partita cala molto di tensione, ma sono comunque i padroni di casa alla mezzora ad avvicinarsi al gol con Moro. Da qui in poi, è solo Vieste, che ci prova più volte sempre con il solito R. Augelli. Infatti, lo stesso giocatore, al 33', si divora un ottima occasione; su un rilancio dalla sue retrovie, si trova magicamente a tu per tu con Valentino, ma al momento del suo piazzato, Scarpitta interviene in extremis da dietro, deciso sul pallone, mandando in fumo l'occasione più ghiotta del primo tempo. Un minuto più tardi, sempre il bomber garganico ci prova con un tiro dalla distanza, ma sono ottimi i riflessi di Valentino. Al 43' viene annullato un gol ai giallorossi, precisamente a Turi, sugli sviluppi di un corner, per presunta posizione di off-side. Il primo tempo finisce sullo 0-0, poche emozioni e poche conclusioni vere.

Il secondo tempo si apre con la fiammata dei giallorossi che sbloccano il match con Davide Radicchio, bomber indiscusso giallorosso, con 9 sigilli in campionato: sugli sviluppi di un corner battuto da Turi direttamente a rete, Muscato non trattiene e Radicchio insacca per l’1-0. Il Massafra gioca il secondo tempo senza Sisto in panchina, espulso durante l'intervallo. Si prova ad affacciare il Vieste nell'area di Valentino, ma la sua uscita è efficace e sicura. Al 59' il Massafra contesta un penalty non fischiato, per un atterraggio su Dametti, ormai tutto solo dopo un contropiede fulmineo, ma per il giudice di gara l'intervento è regolare e, dunque, il gioco prosegue normalmente. Il Vieste cerca di rialzarsi con una gran botta dalla distanza di Colella, ma Valentino blocca in due tempi. Anche nel secondo tempo si assiste ad un calo di energie di entrambe le squadre, che non producono alcuna azione pericolosa: entrambe le difese riescono a sventare tutte le idee offensive create. Al 76' Margiotta, subentrato a Radicchio, applauditissimo dal numeroso e caloroso pubblico di casa, sfiora il gol del raddoppio con un diagonale sul primo palo, esaltando le qualità di un attento Muscato. All’88' il Vieste ottiene una punizione centrale da distanza invitante; sul pallone si posiziona il capocannoniere Augelli, che con una punizione al bacio, da manuale del calcio, batte un incolpevole Valentino. Sembra finita, ma al 90', dopo un giro e mezzo di lancette, Margiotta sigla in gol del 2-1, complice una leggera deviazione della retroguardia azzurra, facendo esplodere lo Stadio Italia. Ma quando tutto sembra finito, il fulmine a ciel sereno di Salerno gela Massafra: con un colpo di testa al 94', l’attaccante beffa Valentino. Il Massafra perde ancora due punti preziosi per il suo cammino, dopo essere stata sempre in vantaggio. Il Vieste ottiene un punto allo scadere rimanendo cosi in zona play-off.

MASSAFRA: Valentino, Scarpitta, Guerrero, Moro (89' Notaristefano), Grazioso, Paris, Castro (86' De Gennaro), Salvestroni,  Radicchio (70' da Margiotta), Turi, Dametti. All. Sisto ATLETICO VIESTE: Muscato, Silvestri, Stranieri, Ricucci (86' Basso) Mandorino, Camasta, Augelli R., Simone (77'  Villani), Salerno, Collella, Grieco (59' Gentile). All. Olivieri AMMONITI: Guerrero e Turi (Mas); Camasta e Augelli R. (Vie); ESPULSI: Mappa (Mas) MARCATORI: Radicchio 47' (M), Augelli R. 88' (Atl. V), Margiotta 90' (M), Salerno 94' (Atl. V.) Arbitro: Giorgio Piacenza di Bari.

Cosimo Damiano Scarano

I più Letti

Facebook

Real Time Web Analytics