Pagelle Lecce-Foggia: difesa impeccabile, Majer in crescita e super Petriccione. La Mantia sempre più bomber

Scritto da  Luigi D'Ambrosio Domenica, 10 Marzo 2019 19:19

Il Lecce si aggiudica il derby con il Foggia grazie al gol di La Mantia. A seguire le pagelle dei giallorossi

Zan Majer Zan Majer Foto DAZN

VIGORITO s.v. - Ordinaria amministrazione. Il Foggia non tira mai in porta.

VENUTI 6,5 - Kragl è un avversario molto forte sia fisicamente che tecnicamente. L'esterno giallorosso sfodera una prestazione condita da attenzione e disciplina tattica. Si sgancia con puntualità e senza correre rischi.

LUCIONI 6,5 - Trasmette sicurezza al reparto difensivo. Autorevole e determinato, anticipa quasi sempre Iemmello e chiunque transiti nella sua zona.

MECCARIELLO  6,5 - Con Lucioni forme una coppia difensiva formidabile. Deciso su ogni intervento e per Mazzeo non c'è scampo. Le punte foggiane non vedono il pallone.

CALDERONI 6,5 - Costanti e puntuali inserimenti offensivi e attente chiusure difensive: prestazione super. La sua generosità lo porta a fare pressing sul portiere ed a beccarsi l'ammonizione.

PETRICCIONE 7 - Rientra dopo la squalifica e gioca una grande partita. Si trova ovunque! Protegge la difesa, inizia l'azione offensiva e inventa anche un assist perfetto per la rete di La Mantia.

TACHTSIDIS 6,5 - Gioca quasi sempre di prima. Non sempre riesce a farlo. Inizialmente molti sono fuori misura. Man mano rettifica il piede e va anche al tiro. Rimedia ad un errore difensivo, chiudendo su Mazzeo che calcia verso la porta. Intervento decisivo che vale come un gol (80' ARRIGONI s.v.).

MAJER 6,5 - Buona partita dal punto di vista tattico. Copre bene le avanzate di Calderoni e lavora molto in copertura, recuperando molti palloni. Prudente in fase offensiva (75' TABANELLI 6 - Entra per dare fisicità ed energia da opporre ai foggiani, disperatamente alla ricerca del pareggio).

MANCOSU 6,5 - Cerca in ogni modo la giocata decisiva. Spesso diventa anche terza punta, ma la difesa ospite lascia pochissimi spazi. La sua presenza mette, comunque, apprensione. Nel finale contribuisce ad irrobustire la fase difensiva.

FALCO 6 - Parte da lui l'azione del gol. Gioca una partita di sacrificio perchè la difesa ospite lascia pochissimi spazi. Tuttavia, la sua imprevedibilità costringe l'avversario ad una marcatura asfissiante.

LA MANTIA 8 - Sigla la rete numero 11 con un magnifico colpo di testa. Segnare in una partita come questa non è cosa da poco. La difesa rossonera è molto attenta e lascia pochissimi spazi ai giallorossi. Alla fine aiuta, generosamente, anche in difesa.

LIVERANI 7 - Vittoria importantissima, ottenuta con un gioco apprezzabile. Il Foggia è un avversario ostico, ma - con pazienza e cinismo - la squadra porta a casa l'intera posta. Il Lecce è agganciato al treno dell'alta classifica e, con la gara da recuperare, sognare non è affatto proibito.

Vincenzo Congedo

Facebook

Real Time Web Analytics